12.3.07

Lettere di solidarietà al Centro sociale Bruno

Area ex Zuffo anche per noi

Siamo volontari del gruppo Emergency, pur non essendo direttamente coinvolti nella questione, vorremmo esprimere una riflessione in merito alle discussioni delle ultime settimane sul Centro Sociale Bruno all’area ex Zuffo.Il mondo del volontariato e dell’associazionismo trentino è una ricchezza per il nostro territorio e in alcuni settori, come per esempio nel sociale, svolge un ruolo importante e talvolta fondamentale; una forza e un potenziale che, secondo noi, è nell’interesse di tutti cercare di sostenere.
Noi pensiamo che una struttura in città, ovviamente legalmente autorizzata e riconosciuta, in cui varie realtà possano condividere spazi e strumenti, mantenendo ciascuno la propria assoluta autonomia e identità, sarebbe un’opportunità utile e costruttiva; potrebbe essere di stimolo alla realizzazione di eventi e iniziative specifiche organizzate anche con la collaborazione tra queste diverse realtà, con il risultato di un’offerta – sia in ambito culturale/ricreativo che in quello della solidarietà verso persone in stato di bisogno (localmente e non solo) - più ampia e varia a vantaggio di tutta la comunità. Forse la palazzina nell’area ex Zuffo potrebbe essere utilizzata a questo scopo. Pertanto, qualora venisse raggiunto un accordo tra Csa Bruno e le istituzioni, noi saremmo interessati a condividere questi spazi con loro e con altri, ed a future possibili collaborazioni con chi fosse disponibile, per determinate iniziative.
Gruppo Emergency - Trento

(da L'Adige e Il Trentino, 12 marzo 2007)
____________________________________________________________________

Csa Bruno, un’esperienza che vogliamo condividere

L’associazione Cachisagua è una piccola associazione di volontariato che da qualche anno opera nella realtà trentina per sostenere l’educazione e lo sviluppo di una comunità indigena sulle Ande ecuadoriane. Da un po’ di tempo stiamo seguendo gli sviluppi dell’occupazione della palazzina ex Zuffo e ci sembra opportuno esprimere un nostro giudizio a tal proposito. Per molte associazioni che operano nel settore del volontariato sarebbe una magnifica opportunità poter contare su un valido apporto logistico per poter continuare nell’opera di sensibilizzazione e nella promozione dei vari progetti che esse sostengono. Pensiamo che uno spazio come quello della palazzina ex Zuffo, ufficialmente e legalmente riconosciuto, potrebbe essere un ottimo punto di partenza per poter instaurare una sorta di collegamento fra le varie associazioni e per costruire un dialogo aperto a tutta la comunità trentina, in considerazione anche del fatto che il lavoro svolto fino ad ora dal gruppo “csa Bruno”, sia in ambito culturale, sia in ambito sociale, ci sembra molto positivo.
Associazione Cachisagua

(da Il Trentino, 12 marzo 2007)

1 commento:

Tupamaro ha detto...

Tutta la mia solidarietà a chiunque difenda lo spazio autogestito e svincolato da ogni imposizione.

Enrico Pescosolido alias Tupamaro.
Sora (FR)