1.2.08

Rassegna cinematografica sull’America Latina / 2° parte

Associazione Ya Basta! Trento, in collaborazione con Cinema Futura presenta:

10 storie dall’America Latina / 2° parte

Per due venerdì al Centro sociale Bruno via Dogana, 1 – Trento (stazione dei treni Trento/Malè)

Ogni rivoluzionario lotta là dove è il suo posto

Venerdì 1 febbraio - ore 20.30

Amores Perros

Titolo originale: Amores Perros
Regia: Alejandro González Iñárritu
Messico 2000 - Durata:147’


Città del Messico, tre storie che si incrociano: il giovane teenager Octavio decide di fuggire con Susana, la moglie di suo fratello. Daniel, lascia moglie e figlia per andare a vivere con Valeria, una splendida modella. Infine, el Chivo, ex guerrigliero comunista che dopo aver passato diversi anni in prigione, è profondamente deluso dalla vita e dal lavoro di sicario.
Presentato nella Settimana della Critica a Cannes dove ha mietuto consensi così come ai Festival di Bogotà, Chicago, Tokio, Los Angeles ed Edimburgo, è giunto ora alla nomination agli Oscar come miglior film straniero. Si tratta di un'opera prima molto dura in cui, come dichiara il regista, "è rappresentato tutto il peggio" di una megalopoli come Città del Messico che ha 21 milioni di abitanti. Il ritmo e l'intensità sul piano visivo sono sintetizzati da una regia che immerge lo spettatore immediatamente nell'azione. Egoismo, speranza e tradimento si fondono e confondono in un mélo sopra le righe. Come ha scritto la critica francese si tratta di un film realizzato "non con il cuore ma con la pancia".

La memoria ostinata

Titolo originale: Chili - La mémoire obstinée
Regia: Patricio Guzman
Canada Belgio Cile 1997 - Durata 56’

Vent’anni fa furono realizzati numerosi film sull’incredibile febbre rivoluzionaria che si impadronì del Cile negli anni ’70, durante il governo di Allende. Uno di questi documentari, “La Battaglia del Cile”, mostrava questa
realtà in modo molto chiaro e fece il giro del mondo. Nel 1997, il suo autore ritornò a Santiago accompagnato da una piccola squadra per ripercorrere un’altra volta gli scenari originali e trovare alcuni dei personaggi del vecchio film originario.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Venerdì 8 febbraio - ore 20.30

La strategia della lumaca

Titolo Originale: La estrategia del caracol

Regia Sergio Cabrera

Colombia 1993 - Durata: 110’

Nella Bogotà degli anni '70 un gruppo di inquilini sfrattati da un caseggiato, capeggiati da un quasi avvocato e da un anziano esule spagnolo, macchinista di teatro, decidono di usare la strategia della lumaca: se ne vanno, ma si portano dietro la casa. Diretta e prodotta dal colombiano S. Cabrera che aveva studiato il marxismo a Pechino, è un'allegra commedia urbana e corale dai risvolti ora epici ora grotteschi. Un elogio della dignità e della solidarietà, ma anche della creatività, della fantasia, dell'astuzia che ne possono essere gli strumenti.


I diari della motocicletta

Titolo originale: The Motorcycle Diaries
Regia: Walter Salles
Interpreti: Gael García Bernal, Rodrigo De la Serna, Mía Maestro
Argentina, Cile, Perù, U.S.A. 2004
Durata 126’

Nel 1952, due giovani argentini, Ernesto Guevara e Alberto Granado, si misero in viaggio per scoprire la vera America Latina. Ernesto, 23 anni, è uno studente in medicina specializzando in leprologia, e Alberto, 29 anni, è un biochimico. I due amici lasciano l'ambiente familiare di Buenos Aires su una sgangherata Norton 500 del 1939. Sebbene la moto si rompa nel corso del loro viaggio di otto mesi, loro proseguono, facendo l'autostop lungo la strada.
La solidarietà verso le popolazioni che vivono rassegnate nella miseria, vittime dei soprusi storici - come i nativi costretti a vivere da reietti nella propria terra - nasce in maniera spontanea e graduale, si fonda esclusivamente sulla coscienza civile e sul senso di
appartenenza. In questa fase della vita di Guevara manca ancora una formazione politica che faccia da filtro alle esperienze. Questo è il viaggio in cui l’inquietudine astratta di un giovane studente diventa consapevolezza concreta, desiderio di fare qualcosa di utile e di grande per riscattare la dignità ferita del proprio popolo.

Info:
Ass. Ya Basta Trento
Cinema futura

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho già dato una volta il consiglio di cambiare il colore dello sfondo o del carattere in quanto risulta veramente difficile leggere questo interessante blog al quale ho messo il link sul mio...
avavate cambiato...
adesso è di nuovo illeggibile...
ciao, Carlo

Anonimo ha detto...

Ciao Carlo,
non capisco cosa intendi con quello che scrivi...
il blog ha molti accessi e nessuno, nemmeno noi, notano difficoltà nella lettura.
Un consiglio: prova a dare maggiore luminosità allo schermo del pc.

clemente ha detto...

Consiglio 3 film (con trailer di quello di Ascanio Celestini (da invitare!!!)) da
http://www.humanitech.it/?p=995
Nuova filmografia sui call center

Dopo il progetto Fuga dal Call Center (documento basato su 700 interviste!!), in dirittura d’arrivo, anche Ascanio Celestini ha messo a fuoco la questione dei moderni sweatshops - come li chiamano gli inglesi - con Parole Sante, nuovo docu-film che da domani 1 febbraio 2008 sarà nelle sale.

Puntuale arriva la stroncatura su Il Foglio. Ma un bel chissenefrega ci sta tutto… Appena ho un po’ di tempo, e forse proprio perché dà così fastidio agli opinionisti del giornale di Ferrara, vado a guardarlo. Questo è il trailer del film di Celestini, distruibuito da Fandango:

UPDATE: Oggi su Repubblica.it viene segnalato anche il lavoro di Paolo Virzì “Tutta la vita davanti“.