28.2.08

Numero 0 di Caravani

Nasce Caravani, un giornale senza margini.

Un giornale informativo - redatto dall'Aps Officina Sociale - tirato in 2000 copie che ricostruisce e approfondisce la vicenda dei rom a Trento, il rapporto tra loro e i volontari e le risposte che l'amministrazione comunale ha saputo dare.
"Caravani" è un giornale di strada che vuole diventare periodico e occuparsi di marginalità di strada e del mondo migrante, ma soprattutto vuole essere critica e proposta sulla gestione delle politiche dell'accoglienza in città.

Vedi il numero 0 di Caravani sul blog caravani.blogspot.com

Scarica Caravani n.0 in formato pdf

26.2.08

Rassegna cinematografica: "le conseguenze dell’amore"


ogni venerdì dal 15 febbraio al 14 marzo 2008 al CINEMAFUTURA
Centro Sociale Bruno Trento – Via Dogana, 1
info: cinemafutura@gmail.com


Venerdì 15 febbraio 2008 per tutta La Notte
coppie improbabili, insoliti destini..

Ore 20.30
* Harold e Maude di Hal Ashby -.USA, 1971 - durata: 90’
Ore 22.30
* Confidenze troppo intime di Patrice Leconte (Confidences trop intimes) - Francia, 2003 - durata 104’
Ore 00.30
* Ma papà ti manda sola di Peter Bogdanovich (What's up Doc?) - USA, 1972 - durata 94’.
Ore 2.30
* Secretary di Steven Shainberg - USA, 2002 - durata 104’.
Ore 4.30
* Fiore di cactus di Gene Saks (Cactus flower) USA, 1969 - durata 103’

Venerdì 22 febbraio 2008
seducono e abbandonano…
Ore 20.30
* Da morire di Gus Van Sant (To die for) – USA, 1995 - durata 106’
Ore 22.30
* The Opposite of Sex di Don Roos – USA, 1998 – durata: 101’

Venerdì 29 febbraio 2008
la dea dell’amore…
Ore 20.30
* Facciamo l’amore di George Cukor (Let’s make love) - USA, 1960 - durata 118’
Ore 22.30
* Quando la moglie è in vacanza di Billy Wilder (The seven year itch) – USA, 1955 – durata: 105’

Venerdì 7 marzo 2008
generazioni adolescenti..
Ore 20.30
* Bonjour tristesse di Otto Preminger - USA, 1958 – durata: 100’
Ore 22.30
* Porci con le ali di Paolo Pietrangeli – Italia 1977 – durata: 105’


Venerdì 14 marzo 2008 per tutta La Notte
segreti di famiglia, passioni travolgenti…

Ore 20.30
* La signora della porta accanto di François Truffaut (La femme d’à còté) – Francia, 1981 – durata: 106’
Ore 22.30
* Hannah e le sue sorelle di Woody Allen (Hannah and her sisters ) - USA, 1985 – durata: 106’
Ore 0.30
* Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci – Italia, 1972 – durata: 132’
Ore 2.30
* Una giornata particolare di Ettore Scola – Italia, 1977 - durata: 105’
Ore 4.30
* Il laureato di Mike Nichols (The graduate) – USA, 1967 – durata: 105’

Quando viene, verrà senza avvisare proprio mentre mi sto frugando il naso?
Busserà la mattina alla mia porta, o là sul bus mi pesterà un piede?
Accadrà come quando cambia il tempo?
Sarà cortese o spiccio il suo saluto?
Darà una svolta a tutta la mia vita?
V.H. Auden La verità, vi prego, sull’amore (trad. It. Ed. Adelphi, 1994)

Manifesto iniziative musicali marzo '08



24.2.08

Sabato 1 marzo open live: Vetrozero e Mamalbao


Inizio concerto ore 22.00

Serata tutta trentina sul palco del Centro Sociale Bruno sabato 1 marzo.
Si esibiranno live i Vetrozero e i Mamalbao.

Vedi il myspace dei Vetrozero
Vedi il myspace dei Mamalbao

Ass. Ya Basta: ogni sabato mattina "Colazioni Ribelli"

ogni sabato mattina dalle ore 9.00 alle ore 12.00 , nei locali dell'Associazione Ya Basta al Centro sociale Bruno, Colazioni Ribelli al gusto del cafè rebelde zapatista

dalle 10 alle 11, inoltre, si potrà ascoltare "Caminantes" la trasmissione radiofonica a cura della Ass.ne Ya Basta: Un viaggio dall’Argentina al Chiapas, dalla Bolivia alla Palestina per condividere le lotte di globalizzazione dei diritti in tutto il mondo.


info: yabastatn@email.it
Associazione Ya Basta Trento

vedi il sito: www.yabasta.it

23.2.08

Sabato 23 febbraio open live: Rosolina Mar e Nurse














Inizio concerti 22.00.

Sabato 23 gennaio sul palco del Centro Sociale Bruno saliranno i Rosolina Mar, di nuovo a Trento dopo l'uscita dell'ultimo split CD "Trumans Water meets Rosolina Mar" per la Robotradio records.

Vedi myspace Rosolina Mar

Vedi sito Rosolina Mar
Vedi sito di Robotradio Records

Con loro i Nurse (duo noise di Trento) - vedi myspace - e a seguire Fabio Dj (rock, wave, elettronica, funky punky, crossover, punk)

16.2.08

Sabato 16 febbraio - Edward's Way + Alchimia


Inizio concerti ore 22.00.

Gli Edward's Way si formano nell'ottobre del 2005, nel febbraio 2006 vengono registrati 5 pezzi al SPZ Recording Studio. Nell'agosto vengono composte altre canzoni, che vanno ad aggiungersi alle 5 precedenti per formare il primo album "Lonely and confused" uscito nell'ottobre 2006 per la Derotten Records. E' stato prodotto anche il video della canzone "A Leash around my neck".

Vedi sito

Vedi myspace

Con loro sul palco del Centro Sociale Bruno gli Alchimia

Vedi sito
Vedi myspace

9.2.08

Sabato 9 febbraio - Tarant Attack Dancehall


Inizio serata ore 22.00.

Tarant Attack nasce nel 2002 dalla fusione di Andrea Selecta, Cheval Sound Machine (Sugar Mino and Cheval operativi da anni) e Foggy Foggy dj. Il sound ha come scopo principale la diffusione di reggae vibes e messaggi positivi per la massive. Tante sono state le collaborazioni ed i progetti realizzati da solo o con i vari sound e singers della penisola - sisma sound, roots inna mix, high grade sound, kianka town, cicciomann, gildomann, reggae meridional crew, boomdabash, fido guido, zakkalicious, mama marijas, paya e tanti altri sound.

Vedi myspace

7.2.08

Base militare: bloccato il consiglio circoscrizionale

video

Il consiglio era convocato in seduta segreta per l’audizione dei militari.
Il Centro sociale Bruno occupa la sede circoscrizionale e la seduta viene sospesa
[
continua...]

1.2.08

Rassegna cinematografica sull’America Latina / 2° parte

Associazione Ya Basta! Trento, in collaborazione con Cinema Futura presenta:

10 storie dall’America Latina / 2° parte

Per due venerdì al Centro sociale Bruno via Dogana, 1 – Trento (stazione dei treni Trento/Malè)

Ogni rivoluzionario lotta là dove è il suo posto

Venerdì 1 febbraio - ore 20.30

Amores Perros

Titolo originale: Amores Perros
Regia: Alejandro González Iñárritu
Messico 2000 - Durata:147’


Città del Messico, tre storie che si incrociano: il giovane teenager Octavio decide di fuggire con Susana, la moglie di suo fratello. Daniel, lascia moglie e figlia per andare a vivere con Valeria, una splendida modella. Infine, el Chivo, ex guerrigliero comunista che dopo aver passato diversi anni in prigione, è profondamente deluso dalla vita e dal lavoro di sicario.
Presentato nella Settimana della Critica a Cannes dove ha mietuto consensi così come ai Festival di Bogotà, Chicago, Tokio, Los Angeles ed Edimburgo, è giunto ora alla nomination agli Oscar come miglior film straniero. Si tratta di un'opera prima molto dura in cui, come dichiara il regista, "è rappresentato tutto il peggio" di una megalopoli come Città del Messico che ha 21 milioni di abitanti. Il ritmo e l'intensità sul piano visivo sono sintetizzati da una regia che immerge lo spettatore immediatamente nell'azione. Egoismo, speranza e tradimento si fondono e confondono in un mélo sopra le righe. Come ha scritto la critica francese si tratta di un film realizzato "non con il cuore ma con la pancia".

La memoria ostinata

Titolo originale: Chili - La mémoire obstinée
Regia: Patricio Guzman
Canada Belgio Cile 1997 - Durata 56’

Vent’anni fa furono realizzati numerosi film sull’incredibile febbre rivoluzionaria che si impadronì del Cile negli anni ’70, durante il governo di Allende. Uno di questi documentari, “La Battaglia del Cile”, mostrava questa
realtà in modo molto chiaro e fece il giro del mondo. Nel 1997, il suo autore ritornò a Santiago accompagnato da una piccola squadra per ripercorrere un’altra volta gli scenari originali e trovare alcuni dei personaggi del vecchio film originario.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Venerdì 8 febbraio - ore 20.30

La strategia della lumaca

Titolo Originale: La estrategia del caracol

Regia Sergio Cabrera

Colombia 1993 - Durata: 110’

Nella Bogotà degli anni '70 un gruppo di inquilini sfrattati da un caseggiato, capeggiati da un quasi avvocato e da un anziano esule spagnolo, macchinista di teatro, decidono di usare la strategia della lumaca: se ne vanno, ma si portano dietro la casa. Diretta e prodotta dal colombiano S. Cabrera che aveva studiato il marxismo a Pechino, è un'allegra commedia urbana e corale dai risvolti ora epici ora grotteschi. Un elogio della dignità e della solidarietà, ma anche della creatività, della fantasia, dell'astuzia che ne possono essere gli strumenti.


I diari della motocicletta

Titolo originale: The Motorcycle Diaries
Regia: Walter Salles
Interpreti: Gael García Bernal, Rodrigo De la Serna, Mía Maestro
Argentina, Cile, Perù, U.S.A. 2004
Durata 126’

Nel 1952, due giovani argentini, Ernesto Guevara e Alberto Granado, si misero in viaggio per scoprire la vera America Latina. Ernesto, 23 anni, è uno studente in medicina specializzando in leprologia, e Alberto, 29 anni, è un biochimico. I due amici lasciano l'ambiente familiare di Buenos Aires su una sgangherata Norton 500 del 1939. Sebbene la moto si rompa nel corso del loro viaggio di otto mesi, loro proseguono, facendo l'autostop lungo la strada.
La solidarietà verso le popolazioni che vivono rassegnate nella miseria, vittime dei soprusi storici - come i nativi costretti a vivere da reietti nella propria terra - nasce in maniera spontanea e graduale, si fonda esclusivamente sulla coscienza civile e sul senso di
appartenenza. In questa fase della vita di Guevara manca ancora una formazione politica che faccia da filtro alle esperienze. Questo è il viaggio in cui l’inquietudine astratta di un giovane studente diventa consapevolezza concreta, desiderio di fare qualcosa di utile e di grande per riscattare la dignità ferita del proprio popolo.

Info:
Ass. Ya Basta Trento
Cinema futura

Domenica 3 febbraio: Antonio Breschi in concerto

domenica 3 febbraio ore 21

Il 3 febbraio presso il Centro sociale Bruno vi sarà un concerto di Antonio Breschi, pianista fiorentino che con l'occasione presenterà anche il suo libro Heyoka: il giullare dell'anima.
Il libro è stato presentato in anteprima a Roma da Folco Quilici e la Rai di Lugano vi ha dedicato un'ora di trasmissione nel 2007 a conclusione di una sua tournee.
Il libro è una raccolta di vari generi letterari e unisce poesia, racconti, aforismi e spazia su vari argomenti che vanno dalla cucina al sesso alla religione.
La Hot Press ha definito Antonio Breschi "Un genio, uno dei musicisti più innovativi che abbiano mai spaziato in qualsiasi genere della musica contemporanea"
Le musiche di Breschi compositore mescolano i suoni della musica irlandese con il flamenco. La formazione di doemenica 3 febbraio sarà con A. breschi al piano, Consuelo Breschi (canto e percussioni) e Loretta Grisenti (canto e danza flamenco) dell'Associazione Rocìo promotrice dell'evento in collaborazione con il Centro Bruno.
www.ethnicpiano.com

Cenni Biografici:
Antonio Breschi è nato a Firenze nel 1950 e ha cominciato gli studi del pianoforte a tre anni. Diplomatosi al Conservatorio Luigi Cherubini della sua città natia, inizia un intenso periodo di sperimentazione ed insegnamento, descritto nel suo libro "Ecologia: Salviamo anche la musica".
Si dedica in seguito alla ricerca nel campo della musica etnica e del Jazz contribuendo alla nascità di gruppi musicali e centri culturali quali l'associazione "Firenze Jazz", il gruppo "Whiskey Trail" e il centro culturale "La radice".
Dal 1985 si dedica esclusivamente alla composizione e all'attività concertistica in Italia e all'estero. Alcune sue composizioni sono state incluse in varie antologie musicali come "The Virgin guide to New Music" di John Schafer. In termini stilistici la sua opera viene spesso definita "Crossover" fra il neoromanticismo colto, la "World Music" e il "New Age".
Antonio Breschi si è esibito da solo o con il suo gruppo al "Mercat de flors" di Barcellona, al teatro dell'Opera "Arriaga" di Bilbao, al teatro "Victoria Eugenia" di S. Sebastian, al "Teatro Romano" di Verona, ai teatri "Cigale" e "Cirque d'Hiver" di Parigi, alla National Gallery di Dublino, al Queen Festival di Belfast, al Volkshaus di Zurigo, al folk Festival di Lugano, al Teatro Puccini di Firenze. Ha suonato in concerto con Andy Irvine e Dollar Brand, con Manu Dibango e Benito Lertxundi. Ha ricevuto il premio "Dialogo con le culture del Mediterraneo" dalla città di Milano. Vive e lavora a Montespertoli nei pressi di Firenze.
Il sito di riferimento per foto, video e altro materiale riguardo la sua musica e attività è : www.ethnicpiano.com